Navigation

Frontalieri: crescono in Svizzera, in Ticino nuovo record

Frontalieri: crescono in Svizzera, in Ticino nuovo record KEYSTONE/MARTIAL TREZZINI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 novembre 2019 - 12:27
(Keystone-ATS)

Forte crescita del numero di frontalieri in Svizzera: nel terzo trimestre hanno raggiunto quota 325'291, pari a un aumento del 4,2% rispetto allo stesso periodo del 2018. In Ticino erano 67'900, un record. L'incremento, in un anno, è stato del 7,9%.

Stando ai dati diffusi oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST), a livello nazionale i lavoratori che passano di più il confine sono i francesi (177'335, +4,2%) e gli italiani (76'584, +7,8%). Rimangono invece stabili quelli in provenienza da Germania (60'422, invariato) e Austria (8242, -0,2%).

Le regioni più attraenti, oltre al Ticino, sono quelle del Lemano (120'224, +4,8%) e la Svizzera nord-occidentale (69'715, +0,5%), che comprende Basilea. La gran parte dei frontalieri lavora nel terziario (216'818, +4,8%). Rimane comunque importante anche il ramo secondario (106'304, +3,0%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.