Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Se Orange e Sunrise vogliono nuovamente tentare di realizzare una fusione entro la fine dell'anno, anche dopo il divieto deciso dalla Commissione della concorrenza, devono presentare una nuova domanda. Stando al presidente della ComCom (commissione della comunicazione) Marc Furrer, un ricorso richiederebbe infatti troppo tempo.
In un'intervista alla "SonntagsZeitung", Furrer ha pure affermato che le comunicazioni della telefonia mobile sono troppo care in Svizzera e che a suo parere le tariffe potrebbero essere ridotte del 20% per raggiungere i livelli europei.
La Commissione della concorrenza ha vietato la fusione fra Orange e la concorrente Sunrise affermando che questo "matrimonio" diminuirebbe la concorrenza sul mercato delle telecomunicazioni svizzero a scapito dei consumatori. Secondo Furrer il mercato elvetico ha bisogno di tre operatori completi. Bisognerebbe quindi che Cablecom disponesse anche di una rete mobile e Orange di una rete fissa.
Cablecom ha avviato discussioni con Orange e Swisscom per avere accesso ad una rete mobile. Se nessuno di questi due operatori garantisse a Cablecom un accesso equo alla rete mobile bisognerebbe poterli forzare, afferma il presidente della ComCom. La legge sulle telecomunicazioni però non prevede una simile opzione. È vero che è attualmente in corso una revisione, ma "durerà anni e il risultato è incerto", ha aggiunto.

SDA-ATS