Navigation

G20: blocco aiuti Grecia fino referendum, voto 4 dicembre

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 novembre 2011 - 08:08
(Keystone-ATS)

L'Ue e l'Fmi bloccano gli aiuti alla Grecia in attesa del referendum convocato da Atene che dovrà essere celebrato quanto prima, forse già il 4 dicembre prossimo e che dovrà chiarire a questo punto se Atene vuole o meno restare nell'euro.

Ieri, al termine di una giornata di fitti incontri, prima del vertice G20 di Cannes che comincia oggi, fra il duo Francia-Germania le istituzioni europee e il premier greco Papandreou, ad Atene viene dato un aut-aut chiaro: "noi vogliamo che resti nell'euro" afferma il presidente francese Nicolas Sarkozy nella conferenza stampa congiunta con la cancelliera Angela Merkel in tarda serata ma si chiede poi "la Grecia vuole restare o no nella zona euro? il popolo greco dovrebbe pronunciarsi" e il paese deve dirlo chiaramente. L'Europa aiuterà la Grecia, rileva il Capo dell'Eliseo, ma questa deve rispettare gli impegni presi con grande fatica lo scorso 27 ottobre.

I toni piuttosto secchi del duo si evidenziano anche quando ribadiscono come "il nostro obiettivo, la nostra missione, la priorità è avere un euro stabile e tornare a una gestione sana della nostra moneta", obiettivi che saranno raggiunti "con o senza la Grecia". Sarkozy annuncia poi come "l'applicazione del piano Ue per la Grecia e il rafforzamento del piano salva stati Efsf saranno accelerati".

Il premier greco ha dal canto suo assicurato che "i greci sono saggi e sapranno prendere la decisione giusta". E' sicuro che ci sarà "largo consenso" e che gli impegni saranno rispettati. Il nodo del voto, riconosce anche Papandreou, è oramai la permanenza o meno del paese nell'euro.

Per questo il voto sarà con ogni probabilità indetto il 4 dicembre in modo da congelare e non far saltare la sesta tranche degli aiuti internazionali che avrebbe dovuto essere erogata entro fine anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?