Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TORONTO - Ultimi preparativi in Canada in vista della 'tre giorni' del G8-G20 che da stasera vedra' riuniti nel paese nordamericano i Grandi della Terra.
Chiamati ancora una volta al capezzale dell'economia, nel tentativo di mettere a punto una 'ricetta' per una crescita sostenibile, sostenuta e bilanciata. E mentre da una parte all'altra dell'oceano le delegazioni stanno per arrivare a Toronto, con posizioni che non nascondono divergenze e diversita' di opinione su molti punti - tanto da far registrare alla vigilia un po' di scetticismo sulla riuscita del summit - il Canada si prepara ad affrontare la sua 'presidenza' del vertice con ingenti misure di sicurezza.
Anche se stamattina la citta' canadese sembrava tranquilla - nonostante un forte dispiegamento di forze dell'ordine e il centro gia' pronto ad essere 'blindato' dai defenser, le strutture anti-sfondamento - sono in molti a lasciare la citta'.
Forse per timore di possibili problemi o manifestazioni, annunciate al momento 'pacifiche'. All'ombra di operazioni di polizia che ieri hanno visto arrestare un uomo sospettato di complottare in un attentato contro il G20. E che oggi ha registrato altri arresti. Anche quello dell'autista di un auto sospettata - secondo le prime ricostruzioni - di contenere materiale potenzialmente pericoloso.
L'agenda, al di là di quelli che potranno essere i risultati dei vertici, e' comunque fitta di appuntamenti. Si inizia domani mattina. Con il G8 che terminera' sabato pomeriggio per dare spazio poi al formato 'a venti'. Il summit degli Otto Grandi vedra' gia' stasera arrivare in Canada i leader. Che dopo essere atterrati a Toronto verranno portati in elicottero nell'esclusivo resort di 'Deerhurst', nella regione dei grandi laghi di Muskova. Un paradiso del relax, immerso nella natura, che gia' da ieri è off limits per i piu'.

SDA-ATS