Navigation

G20: da FSB lista banche sistemiche, anche UBS

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 novembre 2011 - 16:23
(Keystone-ATS)

È nero su bianco la lista, preliminare, delle 29 banche sistemiche redatta dal Financial Stability Board (FSB) che dovranno avere requisiti di capitale più stringenti a partire dal 2016. Ha ricevuto l'approvazione finale da parte del G20 di Cannes. Per la Svizzera, come da attese, sono presenti Credit Suisse e UBS.

In particolare le banche dovranno iniziare a seguire le nuove regole, anche in tema di governance, e gestione dei fallimenti a partire dal 2012 mentre le nuove soglie di capitale inizieranno dal 2016 in maniera progressiva fino al 2019.

Le norme messe a punto dall'FSB e approvate al G20 sono "un grande pacchetto" in grado di "ridurre le conseguenze catastrofiche in caso di fallimento" delle banche sistemiche e "i rischi di azzardo morale", ha affermato il presidente uscente dell'FSB, Mario Draghi, dopo la presentazione della lista delle 29 banche sistemiche.

Il meccanismo prevede capitale aggiuntivo rispetto alle regole già stringenti di Basilea3 fra l'1 e il 2,5% a seconda della rilevanza sistemica dell'istituto, stabilita in base a cinque parametri (dimensioni, livello di interconnessione, attività globali, complessità e grado di difficoltà di sostituzione delle operazioni), che dovrà essere "costituito da common equities", ovvero capitale di qualità.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?