Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente Recep Tayyip Erdogan

KEYSTONE/AP Pool Presidential Press Service

(sda-ats)

Torna a salire la tensione tra Turchia e Germania a pochi giorni dal G20 di Amburgo.

Dopo lo scontro per i comizi vietati al presidente turco Recep Tayyip Erdogan, oggi Ankara è tornata a protestare con Berlino attraverso una nota del ministero degli Esteri e una della sua ambasciata in Germania per una installazione posta davanti alla cancelleria tedesca.

Si tratta di un'iniziativa dell'artista Philipp Ruch, che consiste in uno striscione legato a un'automobile, in cui si legge: "Volete vincere questa macchina? Allora uccidete la dittatura", con i volti di Erdogan, del presidente russo Vladimir Putin e del re saudita Salman bin Abdulaziz.

Ankara "ha condannato con forza" l'installazione, definendola "un esempio del razzismo e della xenofobia in crescita in Germania". L'ambasciata turca ha inoltre inviato una nota diplomatica in merito al ministero degli Esteri di Berlino.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS