Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente Recep Tayyip Erdogan

KEYSTONE/AP Pool Presidential Press Service

(sda-ats)

Torna a salire la tensione tra Turchia e Germania a pochi giorni dal G20 di Amburgo.

Dopo lo scontro per i comizi vietati al presidente turco Recep Tayyip Erdogan, oggi Ankara è tornata a protestare con Berlino attraverso una nota del ministero degli Esteri e una della sua ambasciata in Germania per una installazione posta davanti alla cancelleria tedesca.

Si tratta di un'iniziativa dell'artista Philipp Ruch, che consiste in uno striscione legato a un'automobile, in cui si legge: "Volete vincere questa macchina? Allora uccidete la dittatura", con i volti di Erdogan, del presidente russo Vladimir Putin e del re saudita Salman bin Abdulaziz.

Ankara "ha condannato con forza" l'installazione, definendola "un esempio del razzismo e della xenofobia in crescita in Germania". L'ambasciata turca ha inoltre inviato una nota diplomatica in merito al ministero degli Esteri di Berlino.

SDA-ATS