Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

G20: Amburgo, feriti 111 agenti e diversi militanti in scontri.

KEYSTONE/EPA/FILIP SINGER

(sda-ats)

Notte di scontri tra militanti anti-G20 e forze dell'ordine ad Amburgo: la polizia afferma all'agenzia italiana ANSA che sono 111 i poliziotti rimasti feriti. Non è ancora chiaro, invece, il numero degli infortunati sull'altro fronte.

Stando agli organizzatori delle proteste, citati dalla Bild on line, numerosi manifestanti sono rimasti feriti e ci sarebbero stati tra i 10 e i 20 fermi.

Notevoli i danni alla città, con vetrine rotte e atti incendiari: un'auto è stata data alle fiamme. La situazione si sarebbe calmata nel cuore della notte, mentre nelle prime ore del mattino gli anti-summit hanno ricominciato le azioni di disturbo. Secondo media tedeschi, c'è stata un'irruzione sui binari della stazione centrale che ha provocato il ritardo di un treno. La situazione sarebbe ora sotto controllo.

La protesta 'Benvenuti all'inferno' contro il G20, che si apre oggi, era iniziata in modo pacifico, fino a quando un migliaio di infiltrati violenti tra i circa 12mila manifestanti, con il volto coperto, ha iniziato ad attaccare la polizia con bottiglie, petardi e altri oggetti, distruggendo le vetrine di un negozio e di una banca lungo il percorso. Per disperderli, le forze dell'ordine hanno usato cannoni ad acqua e spray al peperoncino.

La polizia ha parlato di atmosfera "aggressiva" e ha denunciato il comportamento "violento" di alcuni manifestanti.

SDA-ATS