Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I ministri degli esteri del G7 spingono per il processo di disarmo nucleare e condannano "nei termini più forti" i test su nucleare e missili della Corea del Nord.

Nel comunicato finale del vertice di Hiroshima, c'è poi la dura condanna per gli attacchi terroristici in Turchia, Belgio, Nigeria, Costa d'Avorio e Pakistan, e l'impegno ad adottare un piano d'azione al summit G7 di Ise-Shima a maggio.

Nella corposa documentazione congiunta c'è "il freno" alle rivendicazioni nel mar Cinese meridionale e la condivisione dei timori legati agli scenari nel mar Cinese meridionale e orientale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS