Navigation

G8-G20: Doris Leuthard spiega posizione Svizzera su nucleare

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 giugno 2011 - 16:50
(Keystone-ATS)

Durante il vertice dei ministri del G8 e del G10 oggi a Parigi, la consigliera federale Doris Leuthard ha spiegato la decisione del Consiglio federale di abbandonare progressivamente il nucleare. La ministra elvetica si è dichiarata favorevole a stabilire standard di sicurezza nucleare vincolanti a livello internazionale.

Leuthard - secondo il testo del suo discorso - ha giustificato la decisione di Berna argomentando che "la sicurezza delle centrali nucleari svizzere attualmente è garantita". "Così i nostri reattori non saranno sostituiti e la loro attività non sarà interrotta anticipatamente", ha spiegato.

Berna pone ormai l'accento "in particolare sul risparmio di energie e le energie rinnovabili per assicurare un approvvigionamento di elettricità sicuro", ha indicato Leuthard, sottolineando che per il Consiglio federale "la priorità assoluta resta la sicurezza della popolazione". La Svizzera - ha ricordato - ha già proceduto a una "rivalutazione" dei rischi per le centrali nucleari in caso di sismi e inondazioni.

La ministra dell'energia ha inoltre dichiarato che è indispensabile procedere a una "rivalutazione della sicurezza" delle centrali "a livello regionale" per cui ha accolto positivamente la decisione europea di effettuare test di resistenza. La Svizzera - ha indicato - conduce tali prove sulle sue centrali nucleari: i primi esami sono cominciati all'inizio di giugno.

La Svizzera auspica che tutti gli Stati mettano in pratica "le esigenze di sicurezza nucleare riconosciute a livello internazionale". Il loro rispetto dovrebbe essere garantito da controlli effettuati da ispettori indipendenti provenienti da altri Paesi, mentre ad assicurare l'accesso e la trasparenza dei risultati delle ispezioni sarebbe proposta l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?