Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Galenica ha realizzato nel primo semestre dell'anno un utile netto di 149,6 milioni di franchi, in calo del 6,5% rispetto ai primi sei mesi del 2013 (+7,9% senza gli effetti straordinari). Da parte sua il fatturato è cresciuto dello 0,8% a 1,66 miliardi. Il gruppo bernese attivo nel settore della farmaceutica ha anche annunciato la futura separazione della società in due distinte entità che saranno entrambe quotate in borsa.

Deducendo le quote di minoranza l'utile netto è sceso del 9,2% (+6,1% omettendo gli effetti straordinari) a 134,7 milioni, si legge in una nota odierna. Il risultato operativo EBIT è calato del 7,2% a 189 milioni di franchi. Il peggioramento degli utili, spiega Galenica, è dovuto ai fattori straordinari che hanno positivamente influenzato il primo semestre 2013.

Per l'intero esercizio i vertici prevedono che l'utile dovrebbe salire per la 19esima volta consecutiva, sia prima che dopo la deduzione delle quote di minoranza.

Ma la notizia del giorno è la suddivisione del gruppo in due società indipendenti - Vifor Pharma (produzione di medicinali) e Galenica Santé (catene di farmacie come Amavita e Sun Store, fornitura di medicamenti ad altre farmacie, medici e ospedali nonché offerte in ambito informatico - "quando arriverà il momento giusto"). La nuova struttura organizzativa entra però in vigore da subito.

A determinare "il momento giusto" è la crescita del settore farmaceutico: "finché Vifor Pharma sarà in grado di svilupparsi con le proprie forze resterà nella holding", afferma Galenica, stimando che ci vorranno tra i tre e i cinque anni. Il settore farmaceutico è stato rafforzato continuamente negli ultimi anni, e Vifor Pharma è oggi - a dire dell'azienda - il leader mondiale dei preparati a base di ferro e dispone di una posizione forte negli stimolanti immunitari. Per mantenere questa posizione saranno possibili anche rilevamenti e partenariati.

Con la riorganizzazione sparisce il posto di direttore generale del gruppo: David Ebsworth si ritira e andrà in pensione nell'agosto 2015. Nel frattempo sosterrà il processo di trasformazione. A capo di Vifor Pharma è stato nominato il danese Søren Tulstrup, proveniente dal gruppo farmaceutico britannico Shire, mentre a guidare Galenica Santé sarà Jörg Kneubühler, che al contempo resta direttore delle finanze del gruppo Galenica.

La suddivisione della società, chiesta da tempo dagli analisti per poter sviluppare in maniera più focalizzata i due settori di attività, è stata ben accolta dagli azionisti: alle 12.00 il titolo guadagna il 5,02% alla Borsa svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS