Navigation

GAM, si profila un'ulteriore soppressione di impieghi

GAM vuole risparmiare sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 febbraio 2020 - 18:01
(Keystone-ATS)

Si profila una nuova ondata di cancellazione di impieghi presso GAM, gestore patrimoniale zurighese presente anche sulla piazza di Lugano.

La società punta a realizzare nel 2020 e l'anno prossimo risparmi per complessivamente 40 milioni di franchi, ha indicato il Ceo Peter Sanderson in una conferenza telefonica.

Il manager non ha voluto quantificare i posti di lavoro che andranno perduti. A titolo di confronto può però esere considerato l'esercizio 2019, durante il quale sono stati soppressi 108 impieghi (il 12%), con un organico che è sceso a 817 posti a tempo pieno e con risparmi per 42 milioni di franchi.

Sanderson vuole ridurre il personale nei comparti back-office e middle-office, ma non fra gli investment manager: questo settore al contrario andrà potenziato per garantire la futura crescita.

Come noto GAM si trova al centro di un processo di rilancio, dopo la crisi innescata nel 2018 dalla sospensione - e poi dal licenziamento - di un direttore responsabile di investimenti miliardari che aveva violato direttive interne. La vicenda aveva portato i clienti a ritirare il denaro e l'impresa si era vista costretta a ridurre l'organico.

Le conseguenze si sono rivelate drammatiche anche in borsa: i titoli GAM, che a inizio 2018 valevano 18 franchi, oggi sono scambiati a circa 3,50 franchi. Le novità odierne hanno comunque dato una boccata di ossigeno: l'azione ha chiuso in rialzo del 13%.

Fondato nel 1983, GAM è un gestore patrimoniale indipendente che offre soluzioni di investimento per istituzioni, mediatori finanziari e privati. Ha uffici in 14 paesi: opera con propri centri d'investimento a Zurigo, Lugano, Londra, Cambridge, Hong Kong, New York e Milano. La società è quotata in borsa dal 2009 e gestisce patrimoni per quasi 133 miliardi di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.