Navigation

GAM: starebbe pensando di cancellare 350 posti

Il momento appare difficile per la società zurighese. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 dicembre 2019 - 17:19
(Keystone-ATS)

GAM si troverebbe di fronte a una profonda ristrutturazione: il gestore patrimoniale zurighese presente anche sulla piazza di Lugano potrebbe cancellare sino a 350 impieghi, pari a oltre il 40% dell'organico.

Lo afferma l'agenzia Bloomberg, che si rifà a fonti interne alla società. Interpellato dalla Reuters, un portavoce dell'azienda non ha voluto commentare queste voci.

Come noto l'impresa è stata confrontata con forti deflussi di capitale dopo che a metà dell'anno scorso un dirigente era stato sospeso - e poi licenziato - per aver violato direttive interne. Di conseguenza anche il corso dell'azione era crollato: i titoli che a inizio 2018 valevano 18 franchi oggi sono scambiati a meno di 3 franchi.

I deflussi sono proseguiti anche nel terzo trimestre: a fine settembre i patrimoni amministrati ammontavano a 135,7 miliardi di franchi. Dopo che diversi manager hanno lasciato l'impresa, la guida del gruppo è stata assunta da Peter Sanderson, dirigente inglese che proviene dal gigante americano Blackrock. Il suo compito potrebbe essere quello di adattare i costi al calo dei proventi, tagliando appunto sul personale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.