Gas, studio fattibilità per pipeline via Mongolia

Un nuovo asse di transito per il gas? KEYSTONE/EPA/FILIP SINGER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 dicembre 2019 - 12:05
(Keystone-ATS)

Il ministero dell'energia russo e il colosso energetico Gazprom sono stati incaricati di istituire un gruppo di lavoro per preparare uno studio di fattibilità per un gasdotto che arrivi in Cina attraverso la Mongolia. Lo ha detto il vice primo ministro Alexei Gordeev.

"È stato affermato che il gruppo di lavoro sarà istituito ora, che preparerà lo studio: la fattibilità economica del progetto rimane tra le questioni fondamentali. Tuttavia, la parte russa intende prendere seriamente in considerazione questo progetto al livello della presidenza e istruzioni appropriate sono state impartite al ministero e a Gazprom", ha dichiarato Gordeev.

La seconda linea del gasdotto Forza della Siberia, la cosiddetta rotta occidentale, dovrebbe passare dalla regione dell'Altai e avere una portata di 30 miliardi di metri cubi. Ma Mosca e Pechino non hanno ancora firmato l'accordo vincolante.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo