Navigation

Gay: in migliaia alla prima sfilata dell'orgoglio a Praga

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 agosto 2011 - 16:16
(Keystone-ATS)

Migliaia di persone hanno manifestato oggi a Praga nel "corteo dell'orgoglio", prima edizione del Gay Pride nella capitale ceca, accompagnata da innumerevoli polemiche. Scesi in piazza per difendere i diritti degli omosessuali e invocare tolleranza, i manifestanti si sono dati appuntamento dopo mezzogiorno, sotto una leggera pioggia, in piazza della Repubblica nel centro storico "Siamo venuti per sostenere i nostri amici della Repubblica Ceca.

È importante per loro, per noi, per tutta l'Europa - ha dichiarato Ryszard, un cinquantenne polacco di Wroclaw, che agitava la bandiera bianco-rossa del suo Paese e un ombrello con i colori dell'arcobaleno -. Abbiamo visto che qui ci sono dei neofascisti, per questo il sostegno internazionale è importante". Il corteo ha sfilato per le vie del centro della capitale al suono della musica, diffusa da altoparlanti sopra dei camion, e si è concluso nell'isola di Strelecky, sulla Moldava dove sono previsti concerti e altre manifestazioni fino a stasera.

Il "Praga Pride" ha ricevuto il via libera dal sindaco della città Bohuslav Svoboda, del partito di destra Ods. La decisione del primo cittadino ha sollevato però un mare di polemiche da parte di diverse personalità politiche, come il presidente Vaclav Klaus e uno dei suoi più stretti collaboratori, Petr Hajek, che ha definito i gay dei "deviati".

Il capo dello Stato si è detto "poco fiero" di questa manifestazione. "Siamo sorpresi di come il dibattito si sia politicizzato" ha affermato il responsabile del Praga Pride, Czeslaw Walek. In un messaggio ai partecipanti alla parata l'ex stella del tennis americano, Martina Navratilova, si è detta "molto delusa" delle dichiarazioni di Klaus che ha definito "omofobe e retrograde".

In precedenza il Gay Pride si è tenuto nelle città ceche di Brno, Karlovy Vary e Tabor. La sfilata di oggi a Praga è la prima nella storia della capitale ceca.(ANSA-AFP)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?