Tutte le notizie in breve

Una manifestazione impensabile in Cecenia.

KEYSTONE/AP Florida Keys News Bureau/ANDY NEWMAN

(sda-ats)

Un gruppo di esperti delle Nazioni Unite ha chiesto che la Cecenia fermi immediatamente la repressione violenta di gay e bisessuali.

"Si tratta di atti di persecuzione e violenza senza precedenti nella regione - hanno spiegato in una dichiarazione gli esperti, consulenti del Consiglio dei diritti umani dell'Onu - che costituiscono gravi violazioni degli obblighi della Federazione Russa in base alle norme internazionali sui diritti umani".

La gran parte degli abusi, hanno poi sottolineato, pare che abbiano avuto luogo in un centro di detenzione non ufficiale nei pressi di Argun, città a meno di 20 chilometri da Grozny, la capitale cecena.

"Gli uomini arrestati sono stati sottoposti ad abusi fisici e verbali, tra cui tortura con scosse elettriche, percosse, insulti e umiliazioni - hanno scritto gli esperti -. Sono stati costretti a dare informazioni su altre persone gay e minacciati che il loro orientamento sessuale sarebbe stato rivelato alla famiglia e alla comunità, una mossa che potrebbe metterli a rischio di 'delitti d'onore'".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve