Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 23 palestinesi che si erano rifugiati in una scuola dell'Onu sono stati uccisi all'alba di oggi da un bombardamento israeliano, nel nord della Striscia di Gaza. Diverse decine sono i feriti, in parte gravi, affermano fonti mediche locali, secondo cui la grande maggioranza delle vittime sono donne e bambini che avevano trovato rifugio in una classe.

Dalla mezzanotte scorsa sono almeno 44 i palestinesi morti durante gli attacchi israeliani sulla Striscia di Gaza, aveva riportato l'agenzia palestinese Maan poco prima che fosse aggiornato il bilancio del bombardamento della scuola. Secondo alcune fonti il totale dei morti sarebbe ora di circa 1260.

Almeno "cinque cannonate" sono cadute nel perimetro della scuola dell'Unrwa (l'ente dell'Onu per i profughi) a Jabalya ed una di esse ha centrato una classe piena di sfollati, ha affermato un portavoce dell'Unrwa, Adnan Abu Hasn. "L'esercito israeliano conosceva la ubicazione della scuola", ha precisato.

In un primo commento un portavoce militare israeliano ha detto che l'episodio è oggetto di una inchiesta, ma siccome i combattimenti sono ancora in corso non è stato finora possibile avere dal terreno informazioni dettagliate. Ha aggiunto che è probabile che dalla scuola sia stato aperto il fuoco verso l'esercito.

Ieri l'Unrwa ha reso noto che - per la terza volta in due settimane - in una delle sue scuole è stato scoperto un deposito di razzi dei gruppi armati palestinesi. "Abbiamo denunciato il fatto al governo palestinese di riconciliazione nazionale - ha detto Abu Husna - che vedrà il da farsi. Qull'episodio rappresenta una grave infrazione della nostra neutralità ".

Almeno cinque palestinesi di una stessa famiglia sono stati inoltre uccisi nella notte da un raid aereo israeliano a Khan Yunis, nel sud della Striscia di Gaza. Il bombardamento ha fatto in tutto otto morti.

L'esercito israeliano ha fatto sapere di aver colpito la notte scorsa 80 obiettivi nella Striscia di Gaza, tra cui 5 moschee "che erano usate per fini terroristici, come deposito di armi, sede di imbocchi di tunnel e posti di osservazione". Il portavoce militare ha anche detto che dall'inizio delle ostilità sono stati lanciati da Gaza 2670 razzi verso Israele. Circa 280 - ha aggiunto - sono caduti nel territorio steso della Striscia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS