L'unica centrale elettrica di Gaza è stata colpita la scorsa notte dall'aviazione israeliana. I contenitori di combustibile sono in fiamme da diverse ore e per il momento non è possibile spegnere l'incendio. Lo affermano palestinesi che abitano nelle vicinanze, nel settore centrale della Striscia.

La scorsa notte numerosi quartieri di Gaza - mentre si moltiplicavano gli attacchi dell'aviazione israeliana - sono piombati nell'oscurità. Oggi gli abitanti della Striscia, circa 1,8 milioni di persone, hanno a disposizione in media solo due ore di corrente elettrica. Chi può sopperisce con piccoli generatori di corrente elettrica ad uso familiare.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.