Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, "condanna fermamente" l'uccisione di almeno dieci civili palestinesi nei bombardamenti in prossimità di una scuola dell'Unrwa a Rafah.

La struttura è usata come rifugio da migliaia di persone. "Questo attacco è un'altra grave violazione del diritto umanitario internazionale", afferma Ban in una nota, ribadendo che "le strutture dell'Onu devono essere luoghi sicuri, non zone di combattimento".

Ban si dice "profondamente costernato" per l'escalation terribile della violenza dalla violazione del cessate il fuoco umanitario di venerdì. "La ripresa dei combattimenti ha esacerbato la crisi umanitaria scatenando il caos a Gaza", continua, precisando che "si potrà riportare la calma solo attraverso la ripresa del cessate il fuoco e dei negoziati tra le parti al Cairo". "Questa follia deve finire", conclude il segretario generale.

Israele sapeva posizione strutture Unrwa

"L'esercito israeliano è stato ripetutamente informato della posizione" in cui si trovano le strutture delle Nazioni Unite, ha detto ancora il segretario generale dell'Onu, definendo l'attacco un "atto criminale" che deve essere "rapidamente indagato".

"Questo attacco, insieme ad altre violazioni del diritto internazionale, deve essere rapidamente indagato e gli autori devono essere ritenuti responsabili", ha detto Ban in una nota, sottolineando che "si tratta di un oltraggio morale e di un atto criminale".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS