Rappresentanti delle fazioni palestinesi presenti al Cairo per i colloqui mediati dall'Egitto sul conflitto di Gaza hanno avvertito di essere pronti a lasciare la capitale egiziana se Israele - che chiede come precondizione uno stop dei razzi - non tornerà al tavolo entro domenica.

Le prossime ore "decideranno la sorte delle trattative", ha detto Mussa Abu Marzuk, numero 2 di Hamas. Se i negoziatori israeliani non tornano, "noi lasceremo il Cairo per consultarci con la dirigenza", ha fatto eco un altro delegato palestinese.

Intanto altre tre persone sono morte nella notte nella Striscia di Gaza, secondo fonti locali palestinesi, sotto il fuoco di nuovi raid aerei israeliani condotti in particolare presso Deir al-Balah e Rafah, riferisce l'agenzia Maan. Da ieri il numero dei morti stimato dalle stesse fonti sale così a una dozzina, oltre 1900 dall'inizio del conflitto un mese fa.

Prosegue, seppure a ritmi meno intensi delle settimane scorse, anche il lancio di razzi da Gaza verso Israele: 4 sono caduti stamani nel Neghev, secondo i media israeliani.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.