Israele ha ripreso le operazioni nella Striscia di Gaza dopo sei ore "di attacchi unilaterali" di Hamas che ha sparato "47 razzi". Lo afferma un portavoce militare.

In precedenza la tv di Stato aveva riferito che il premier israeliano Benyamin Netanyahu addossa a Hamas e alla Jihad islamica la responsabilità di aver respinto la proposta egiziana per il cessate il fuoco. In seguito ai ripetuti lanci di razzi odierni ha dunque ordinato alle forze armate "di agire con forza contro obiettivi terroristici a Gaza".

L'emittente ha aggiunto che Netanyahu preferisce ancora "una soluzione diplomatica" che renda possibile la smilitarizzazione della Striscia di Gaza. "Ma di fronte al lancio verso Israele di 40 razzi in poche ore non ha potuto attendere oltre", ha affermato una commentatrice dell'emittente, che riferiva il pensiero di un'alta fonte governativa.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.