Migliaia di israeliani hanno manifestato ieri sera a Tel Aviv per chiedere al loro governo di riprendere i negoziati di pace con l'Autorità nazionale palestinese (Anp) di Abu Mazen (Mahmoud Abbas), dopo l'offensiva militare israeliana a Gaza che ha causato circa 2'000 morti palestinesi e 70 israeliani.

Ingenti forze di polizia sono state dispiegate intorno a piazza Yitzhak Rabin (dal nome del premier assassinato), nel centro di Tel Aviv, per evitare che contro i pacifisti si scatenassero gruppi di contro-manifestanti di estrema destra.

La manifestazione è stata organizzata da Meretz, partito d'opposizione di sinistra, da "Pace adesso", ong ostile alla colonizzazione israeliana nei territori palestinesi, e dal partito comunista Hadash.

"La guerra non finirà finché non ci si parlerà", "Ebrei e Arabi si rifiutano di essere nemici", "Sì a una soluzione politica" sono alcune delle scritte sugli striscioni portati in corteo.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.