Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Il numero di sfollati all'interno della Striscia di Gaza ha superato quota 400 mila persone, di cui 240 mila nelle strutture Onu": lo ha detto la responsabile per gli affari umanitari delle Nazioni Unite, Valerie Amos, nel corso della riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza al Palazzo di Vetro. "Nessun posto a Gaza è sicuro", ha aggiunto.

"Oltre l'80% delle persone uccise finora a Gaza sono civili, di cui 251 bambini", ha detto ancora Valerie Amos. Tra le vittime ci sono anche sette membri dello staff dell'Onu.

"Israele, Hamas e gli altri gruppi devono rispettare gli obblighi derivanti dal diritto internazionale umanitario. Anche la guerra ha delle regole", ha aggiunto Amos.

Gaza: fonti palestinesi, 1.400 morti, 8.100 feriti

Il bilancio aggiornato dei palestinesi colpiti dal fuoco israeliano a Gaza è di 1400 morti e 8100 feriti. Lo ha affermato nella prima serata la agenzia di stampa palestinese al-Ray, vicina a Hamas.

Pillay accusa Israele

L'Alto Commissario Onu per i diritti umani Navi Pillay intanto accusa: gli Stati Uniti forniscono "artiglieria pesante a Israele" e hanno speso "quasi un miliardo per creare una protezione contro i razzi a beneficio dei civili israeliani ma non di quelli palestinesi".

Israele viola "deliberatamente" il diritto internazionale, ha aggiunto la Pillay, che ha condannato gli attacchi israeliani a Gaza contro case, scuole, ospedali, centri Onu. "Nessuno di questi attacchi è sembrato casuale, ma un atto di deliberata violazione del diritto internazionale", ha detto.

"È incontestabile che i principi di proporzionalità e precauzione sono stati ignorati" da Israele, ha aggiunto l'Alto commissario Onu per diritti umani. "Non possiamo tollerare questa impunità", ha proseguito.

Erdogan: Israele, 'metodi di Hitler'

Il premier turco Recep Tayyip Erdogan, vicino a Hamas, ha nuovamente attaccato con durezza Israele, paragonando l'operazione militare dello stato ebraico a Gaza a "quelle dei nazisti e di Hitler".

"Dov'è la differenza fra le operazioni israeliane a Gaza e quelle dei nazisti e di Hitler?", ha detto in un comizio a Van per le presidenziali del 10 agosto, che lo vedono grande favorito. "Quanto avviene a Gaza richiamo lo spirito perverso del male di Hitler": "È razzismo, è fascismo", ha aggiunto.

La Svizzera aumenta di 1,7 milioni l'aiuto umanitario

La Svizzera ha intanto stanziato ulteriori 1,7 milioni di franchi in favore dell'aiuto umanitario a Gaza. Un milione sarà devoluto al Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), consentendo ad esso e alle sue organizzazioni partner di allontanare e curare i civili feriti, di ripristinare l'infrastruttura sanitaria e di trasportare materiale medico d'emergenza.

Gli altri 700'000 franchi - afferma una nota diffusa in serata dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) - saranno attribuiti al fondo centrale di risposta alle emergenze dell'ONU, che sostiene progetti umanitari per le comunità maggiormente colpite dal conflitto.

Già due settimane fa Berna ha messo a disposizione un milione di franchi per il fab

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS