"Vogliamo dare una possibilità ai negoziati e non siamo interessati ad una escalation". Lo ha detto, citato da Times Of Israel, il portavoce di Hamas a Gaza Sami Abu Zuhri. "Se continua il conflitto, siamo però pronti a questo", ha poi aggiunto. "Non possiamo tornare al punto di partenza e accettare il blocco di Gaza e dei suoi residenti".

"Nessuna concessione" a Israele fino a quando continueranno le ostilità a Gaza, ha invece promesso Fawzi Barhoum, uno dei portavoce di Hamas. "Non si torna indietro. La resistenza continuerà con tutte le sue forze - ha precisato Barhoum -. L'intransigenza dell'occupante (israeliano, ndr) non porterà a niente e noi non faremo alcuna concessione sulle esigenze del nostro popolo".

Intanto l'esercito israeliano ha fatto sapere che durante la notte scorsa sono stati circa 33 gli obiettivi colpiti nella Striscia. Inoltre il portavoce militare - citato dai media - ha confermato che due uomini sono stati uccisi a bordo di una motocicletta in un campo profughi nel centro della Striscia e che i due erano "militanti di una fazione palestinese".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.