Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Hamas ha passato per le armi a Gaza fra ieri ed oggi diversi palestinesi sospettati di 'collaborazionismo' con Israele. Lo riferiscono i media locali secondo cui il loro numero complessivo assommerebbe per ora a 11.

A quanto pare queste esecuzioni sono legate alle esecuzioni mirate compiute da Israele contro comandanti militari di Hamas.

L'agenzia di stampa Maan scrive che due cadaveri di presunti collaborazionisti sono stati trovati stamane nei pressi dell'Università al-Azhar di Gaza. Altri cadaveri sono stati portati all'ospedale Shifa. Tre sospetti collaborazionisti erano stati uccisi ieri e nella notte ne sono stati uccisi altri otto.

L'agenzia al-Ray, vicina ad Hamas, ha affermato che negli ultimi giorni è stata istituita una Corte marziale che giudica i sospetti ed emette le sentenze. Le condanne a morte sono eseguite mediante fucilazioni, secondo l'agenzia.

Una fonte di sicurezza di Hamas, citata ancora dall'agenzia, ha avvertito che dato lo stato di guerra in vigore a Gaza "non ci sarà alcuna clemenza" verso i collaborazionisti di Israele. Negli ultimi giorni Israele ha attentato alla vita del comandante militare di Hamas, Mohammed Deif, che secondo Hamas è ancora vivo. Ma nel bombardamento hanno perso la vita la moglie e due figli. Il giorno dopo Israele ha ucciso tre altri responsabili militari di Hamas.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS