Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ha conquistato il cuore di re Enrico VIII, diviso la chiesa d'Inghilterra ed è stata decapitata nel 1536 nella Torre di Londra a soli 19 anni con l'accusa di stregoneria e alto tradimento. Ma quasi 500 anni dopo la sua morte, Anna Bolena è una donna che fa ancora discutere. E non solo gli storici.

Sono stati degli scienziati americani infatti, attraverso la tecnica del 'riconoscimento faccialè, a scoprire quale fosse il vero volto della Bolena. Un viso per secoli avvolto nel mistero visto che dopo la sua morte molti dei dipinti che la ritraevano furono distrutti per non irritare Enrico VIII che per sposarla aveva fatto annullare il suo primo matrimonio con Caterina d'Aragona.

Solo dopo che Elisabetta I Salì al trono i ritratti della madre tornarono di moda. Per questo, secondo gli esperti, c'è il rischio che dipinti di nobildonne dell'epoca siano stati modificati ad arte per farli assomigliare alla regina decapitata. Oggi un gruppo di ricercatori dell'University of California di Riverside sostiene di avere la risposta ai quesiti sul vero volto di colei che causò lo scisma della chiesa Anglicana La donna in quelli che erano considerati due famosi ritratti della più famosa delle moglie di Enrico VIII, conservati alla National Portrait Gallery di Londra, non è Anna Bolena. Mentre il Nidd Hall, che si riteneva fosse il ritratto della terza moglie di Enrico VIII Jane Seymour, potrebbe invece essere quello della regina decapitata.

Per arrivare a questa conclusione gli scienziati hanno applicato ai dipinti una sofisticata tecnica di riconoscimento dei volti basata su un algoritmo. Come riferimento gli scienziati hanno usato una miniatura del British Museum, considerata l'unica immagine autentica della seconda moglie di Enrico VIII: la medaglia Moost Happi, un disco di piombo di quattro centimetri di diametro. La loro conclusione è che 'Anna Bolinà, copia della fine del XVI secolo di un dipinto del 1533, e il 'ritratto del Castello di Hever' non ritraggono la regina.

L'unico ritratto autentico di Anna Bolena è quello attribuito a colei che l'ha succeduta nel cuore di Enrico VII, afferma il professor Professor Amit Roy-Chowdhury che ha guidato la ricerca. Lo stesso sistema in passato aveva fallito nel tentativo di identificare il presunto volto di Michelangelo in un quadro del Caravaggio, un autoritratto del Mantegna e a risolvere la questione sul vero volto di Shakespeare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS