Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - Vacanze 'civiche', forse già dal prossimo anno, per centinaia di migliaia di 16enni del Regno. Il primo ministro David Cameron ha lanciato oggi un ambizioso programma per una nuova sorta di servizio civile, che impegnera' gli adolescenti britannici per tre settimane durante la pausa estiva, al costo di 50 milioni di sterline per i contribuenti.
Scopo del progetto e' di instillare nelle giovani generazioni un forte senso civico, spingendo i ragazzi a mescolarsi con diversi strati sociali e a ricoprire un ruolo piu' importante nelle loro comunita'.
Un progetto pilota che coinvolge 500 adolescenti - gestito a Londra e a Birmingham da Challenge Network, un'associazione di beneficenza legata ai Tory - e' gia' in corso. I ragazzi trascorrono dapprima una settimana fuori casa facendo attivita' all'aperto, per poi passare un'altra settimana a studiare diverse discipline in un campus universitario. Nell'ultima settimana intraprendono invece svariate attivita' nelle loro comunita' locali.
Craig Morley, direttore di Challenge Network, l'organizzazione che sta gestendo il programma, ha dichiarato che lo scopo delle tre settimana e' di "segnare come un rito il passaggio" dall'infanzia all'eta' adulta, di responsabilizzare i ragazzi e di incoraggiare la comprensione e la comunicazioni attraverso diverse razze e strati sociali.
Alcune associazioni, come l'associazione di volontariato Volunteer England, hanno accolto con entusiasmo il progetto, mentre altre si sono mostrate decisamente piu' scettiche. L'organizzazione di ricerca sul volontariato nfpSynergy ha affermato che non esistono prove che progetti come questo servano a promuovere ulteriormente il volontariato tra i giovani e che molti ragazzi partecipano gia' a numerose attivita' socialmente utili attraverso le loro scuole.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS