Nel giorno in cui si apre ufficialmente la campagna elettorale per le elezioni politiche del 7 maggio, il premier britannico David Cameron si dice pronto ad anticipare il referendum sulla permanenza del Regno Unito nell'Unione europea, che lui stesso aveva promesso per il 2017. Secondo il "Daily Telegraph", si tratta di un tentativo per frenare l'"emorragia" di voti dai tory verso gli euroscettici dell'Ukip.

Ma per il "Times" dietro questa iniziativa ci potrebbe essere anche l'apertura ad un accordo col partito di Nigel Farage, che aveva posto come condizione ad una coalizione coi conservatori un voto anticipato sull'uscita dall'UE. Farage ha escluso un accordo col Labour ma potrebbe sostenere un governo di minoranza tory.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.