Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si è aperta oggi a Londra l'inchiesta pubblica sulla morte dell'ex agente del Kgb Alexander Litvinenko, avvelenato nella capitale britannica nel 2006 con polonio radioattivo.

Secondo il giudice istruttore, Robert Owen, il ruolo dello Stato russo nella tragica fine di Litvinenko "ha una importanza centrale" per comprendere cosa sia accaduto al tenente colonnello che era riparato nel Regno Unito.

Owen ha dovuto riconoscere che è "inevitabile", per ragioni di sicurezza nazionale, che parte del suo rapporto finale sia mantenuta segreta ma ha precisato che ha l'intenzione di rendere pubbliche le sue conclusioni finali riguardo la responsabilità di Mosca nell'omicidio.

L'inchiesta, che andrà avanti fino alla fine del 2015, è stato aggiornata al 5 settembre. Litvinenko fu avvelenato nel 2006 durante un incontro a Londra con due cittadini russi, uno dei quali ex agente del Kgb.

Nel maggio del 2007 le autorità britanniche puntarono il dito contro Andrei Lugovoi, che nel frattempo aveva intrapreso la carriera politica in Russia, chiedendone l'estradizione, negata dalle autorità russe.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS