Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Gb: ciao, sono il caro estinto; arriva la lapide 2.0

Ciao, sono il caro estinto. E questa è la mia storia. Detta così sembra una battuta del film 'Beetlejuice' di Tim Burton, ma in realtà potrebbe essere l'ultima moda: le lapidi 2.0. Al posto del buon vecchio RIP un codice Quick Response (QR) inciso su marmo o metallo. A quel punto basta uno smartphone per inquadrare il codice e consultare la biografia virtuale - corredata di contributi multimediali - dell'amico o parente.

La tecnologia c'è già così come c'è chi l'ha sperimentata. Gill Tuttiett, inglese del Dorset, ha per esempio scelto in anteprima questa strada quando è venuto il momento di seppellire il marito Timothy, scomparso lo scorso novembre a 55 anni. La sua lapide è un inno al minimalismo: solo nome e cognome. In basso, sulla sinistra, compare il QR code. E lì c'è tutto quello che c'è da sapere. "Tim amava la tecnologia e avrebbe voluto così", ha detto Gill al Sun. L'idea della lapide 2.0 è venuta a Stephen Nimmo, direttore delle pompe funebri Chester Pearce di Poole, Dorset.

"Ho pensato - ha raccontato - che avremmo potuto utilizzare le moderne tecnologie per aggiungere informazioni. Le persone spesso gironzolano per i cimiteri e nel mentre osservano le tombe, cercando di immaginare la storia di chi è stato seppellito". Con un massimo di 300 sterline - tanto costa il codice QR - l'immaginazione potrà essere trasformata in consultazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.