Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stato un trionfo quello di Jeremy Corbyn nell'ultima sfida tv fra i candidati alla leadership del Partito laburista britannico andata in onda ieri sera su Sky News.

Il deputato londinese, socialista di vecchia data, è stato il vincitore indiscusso raccogliendo oltre l'80% dei consensi in un sondaggio non ufficiale compiuto subito dopo il confronto dall'emittente britannica.

Liz Kendall, ministro ombra degli Affari sociali, si è fermata al 9%, Yvette Cooper, ministro ombra dell'Interno, ha raccolto il 6% ed Andy Burnham, ministro ombra della Sanità, meno del 5%.

Nel dibattito ha tenuto banco l'emergenza profughi e i quattro candidati si sono scagliati, facendo fronte comune, contro il governo conservatore di David Cameron per aver "ignorato" quello che sta accadendo alle porte dell'Ue. Per quanto riguarda la politica interna, invece, Kendall ha lanciato una sorta di monito, affermando che il Labour rischia di essere "spazzato via" dai conservatori alle prossime elezioni dopo che, il 12 settembre, sarà proclamato il nuovo leader. La candidata blairiana si riferiva a una sempre più probabile vittoria di Corbyn, che, secondo i critici del deputato londinese, avrebbe poche possibilità di successo in una elezione nazionale a causa delle sue posizioni radicali.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS