Navigation

Gb: divorzio record per Berezovsky, 100 mln sterline a ex moglie

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 luglio 2011 - 17:13
(Keystone-ATS)

È sopravvissuto a numerosi attentati alla sua vita, ad accuse false di frode da parte delle autorità russe e ha vinto importanti cause per diffamazione a Londra. Ma nulla ha potuto salvare Boris Berezovsky, l'oligarca russo in esilio nel Regno Unito, dalle furie della sua seconda moglie Galina.

Oggi la 51enne, separata dal miliardario da 15 anni, si è aggiudicata il divorzio più lucrativo della storia legale britannica: Berezovsky le dovrà versare fino a 100 milioni di sterline (133 milioni di franchi), più del doppio dell'ultimo accordo di divorzio, quello tra il magnate delle assicurazioni John Charman e la moglie Beverley, alla quale erano andati 48 milioni di sterline.

Galina e Boris si conobbero nel 1981, quando Berezovsky era un professore di matematica a Mosca e guadagnava 60 sterline al mese, ma si sposarono soltanto nel 1991, dopo che Boris ottenne il divorzio dalla prima moglie, Nina. Dopo la separazione circa tre anni dopo, Galina ha tuttavia seguito il marito a Londra, dove vive con i figli a Kensington, in una grande casa con vista su Hyde Park. L'oligarca 64enne vive invece a Wentworh Park, una lussuosa residenza di campagna nel Surrey che divide con la sua compagna da 15 anni, Yelena Gorbunova, 42 anni e i loro due figli.

Secondo i documenti legali, a spingere Galina a chiedere finalmente il divorzio pare sia stato il "comportamento non ragionevole" del marito. A quanto pare, Galina si sarebbe infuriata dopo che alcuni giornali avevano descritto Yelena come la "moglie" dell'oligarca.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?