Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - Buckingham Palace sta tenendo colloqui riservati con il nuovo governo Liberal-Conservatore per discutere di possibili, corposi aumenti dei fondi stanziati per il sostentamento e le attività della Casa reale (detti Civil List). Lo scrive il Sunday Telegraph.
I funzionari di Buckingham Palace sperano da tempo di avere l'atteso aumento da molti milioni di sterline sulla somma che la sovrana riceve ogni anno dal Parlamento per svolgere i suoi doveri istituzionali. Attualmente la Civil list è di 7,9 milioni di sterline all'anno, una somma che è ferma da 20 anni. Secondo il domenicale, nelle ultime settimane Sir Alan Reid, il tesoriere di Elisabetta II, ha informato alti responsabili del governo che le spese annuali di Sua Maestà sono ormai di 7 milioni superiori a quella cifra, e che c'é urgente bisogno di un aumento. La differenza viene coperta da una riserva creata con i risparmi di molti anni, che però, in assenza di adeguamenti, si esaurirà nel 2012, anno del 'Giubileo di diamante' della Regina.
Buckingham Palace chiederebbe dunque un aumento che tenga conto almeno dell'inflazione degli ultimi 20 anni (l'indice è cresciuto dell'80% in questo arco di tempo), che dovrebbe ammontare a circa 6 milioni. La Regina, però, nota per la sua frugalità, sarebbe preoccupata della reazione negativa dei sudditi se, in un momento di grave crisi economica, poco dopo che il governo ha annunciato tagli da 6,2 miliardi di sterline, alla Casa reale venisse dato un così massiccio aumento di fondi. "Il momento economico è certamente duro, e questo è un elemento importante nei colloqui", ha detto una fonte.
Il governo, rivela il giornale, farà un annuncio in materia il 23 giugno, giorno dopo la presentazione della Finanziaria.
I fondi extra sono necessari soprattutto per la manutenzione dei palazzi reali, alcuni dei quali hanno bisogno di urgenti lavori.

SDA-ATS