Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In certe parti di Londra il tasso di incidenza della tubercolosi supera quello di Paesi come Ruanda, Eritrea e Iraq.

È quanto emerge da un rapporto della London Assembly, l'assemblea municipale della capitale britannica, secondo cui l'anno scorso sono stati registrati in tutto 2.500 casi nella metropoli.

In certe zone di Hounslow, Brent, Harrow, Newham ed Ealing, il tasso è stato superiore ai 150 casi su 100mila abitanti. Se si guarda ai dati della Organizzazione mondiale della Sanità in Iraq è di 45 su 100mila, in Ruanda di 69 e in Eritrea di 92.

I numeri di Londra sono ancora più allarmanti se si considera che a livello nazionale il Regno Unito conta solo 13 casi su 100mila persone.

La London Assembly ha lanciato un appello al sindaco Boris Johnson perché adotti nuove misure contro un fenomeno, diffuso soprattutto nei quartieri più poveri, che rischia di diventare una emergenza sanitaria.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS