Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una altra polemica è scoppiata intorno alla movimentata vita 'sentimentale' del ministro della Cultura britannico, John Whittingdale.

Tanto inflessibile nel suo ruolo pubblico e nell'azione di 'falco' del governo conservatore di David Cameron, quanto apparentemente spregiudicato (e sottomesso) nella sfera privata.

A infierire su di lui è oggi il Mail on Sunday. La rivelazione non riguarda in effetti il rapporto che - escort a parte - Whittingdale, divorziato da qualche anno e da allora single impenitente, avrebbe avuto anche con Stephanie Hudson, oggi 36enne e in passato ospite frequente della pagina numero 3 dei tabloid (quella delle foto piccanti) nonché protagonista di qualche film osé.

Visto che di quella frequentazione vi è abbondanza di foto pubbliche. A pesare è invece la denuncia della stessa Hudson secondo la quale il titolare della Cultura avrebbe pensato bene di farsi bello con lei inviandole con il telefonino foto prese di nascosto di una riunione riservata del Consiglio dei ministri a cui egli partecipava. Nulla d'illegale, pare, ma "una grave violazione del protocollo", tuona il Mail.

Whittingdale, in ogni modo, non sembra in pericolo imminente. Dopo la faccenda della escort 'a sua insaputa' (secondo la versione 'difensiva'), non sono mancate le polemiche: legate al fatto che diversi giornali - pur sapendo - avevano taciuto nei mesi scorsi, consapevoli delle pressioni che il suo dicastero, competente in materia di regolamentazione dei media, è in teoria in grado di esercitare su di loro.

Ma l'opposizione laburista si è limitata per ora a chiedergli di rinunciare alla delega sulla stampa, non di dimettersi. Mentre Cameron gli ha rinnovato "piena fiducia", liquidando lo 'scandalo' come una questione politicamente irrilevante, legata alla "vita privata" di un uomo libero da legami.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS