Navigation

GB: morta Brooke-Rose, grande autrice sperimentale nata a Ginevra

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2012 - 13:23
(Keystone-ATS)

La scrittrice britannica Christine Brooke-Rose, uno dei grandi autori sperimentali della letteratura inglese della seconda metà del XX secolo, è morta all'età di 89 anni nella sua casa nel sud della Francia, dove viveva dal 1989. L'annuncio della scomparsa è stato dato dalla stampa londinese citando la famiglia.

Scrittrice dalla progettualità erratica e combinatoria, che ha privilegiato gli spazi di confine, assimilazione e decostruzione, ha esplorato il linguaggio fino alle sue estreme conseguenze in romanzi che hanno lasciato il segno nello sperimentalismo europeo: "Fuori" (1964), "Simile" (1966), con cui ha vinto il James Tait Black Memorial Prize, "Tra", (1968, tradotto in italiano da Feltrinelli), "Attraverso" (1975), "Amalgamemnon" (1984), "Xorandor" (1986), "Verbivore" (1990), "Textermination" (1991) e "Next" (1993).

Nata a Ginevra il 16 gennaio 1923 da padre inglese e da madre americana, Brooke-Rose studiò letteratura ad Oxford e all'University College di Londra, dove iniziò la carriera accademica, per insegnare poi critica letteraria all'Università di Parigi dal 1968 al 1988.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?