Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - Il cancelliere dello Scacchiere britannico George Osborne ha cominciato a illustrare i tagli alla spesa per 6,2 miliardi di sterline (poco più di 10 miliardi di franchi) entro la fine dell'anno, misura centrale con la quale il nuovo governo Liberal-conservatore intende iniziare a ridurre il deficit, giunto al record dal dopoguerra, circa 156 miliardi.
Osborne ha detto che sia la Banca d'Inghilterra sia i tecnici del Tesoro hanno concordato che c'é bisogno di "azioni immediate" per ridurre il peso del debito. Insieme al cancelliere, esponente conservatore, le misure vengono illustrate da David Laws, il liberaldemocratico che è segretario generale del ministero del Tesoro, vice del Cancelliere.
"Noi taglieremo gli sprechi nel settore pubblico", ha detto Osborne, affermando che nessuno toccherà servizi essenziali come l'Nhs, la sanità pubblica, o la scuola. Non ci saranno impatti sull'occupazione, ha promesso, al di là di un blocco delle assunzioni nella pubblica amministrazione.
"E' finito il tempo dell'abbondanza nel settore pubblico. M più agiamo con decisione, più in fretta verremmo fuori da questi tempi difficili", ha sentenziato Laws, che poi è entrato nel dettaglio dei risparmi.
Due miliardi verranno risparmiati con tagli ai fondi per i sistemi informatici, alle forniture e alle proprietà; 1 mld verrà tagliato dalle consulenze e dalla spese di viaggio; il congelamento delle assunzioni e la chiusura di alcuni enti e programmi giudicati inutili (detto in inglese 'quangos') garantirà 700 milioni di risparmi; dal gennaio 2011 verrà cancellato il Child Trust Fund (assegni per i nuovi nati, per creare un conto di risparmio per il futuro), con un risparmio di 520 milioni di sterline; 500 milioni verranno recuperati correggendo spese eccessive per servizi di scarso valore. Molti i ministeri vedranno decurtati i propri bilanci: Ministero Attività produttive, -500 milioni; Governo locale, -836 milioni; Trasporti, -683 milioni; Istruzione, -670 milioni; Lavoro e Pensioni, -535 milioni; Tesoro, -451 milioni, Giustizia -325 milioni.

SDA-ATS