Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Condanna record in Gran Bretagna, nell'ennesimo scandalo di pedofilia, contro il capo di una gang di maniaci accusati di aver infierito su almeno tre bambini piccoli, incluso un bebè, con atti che il giudice Julian Lambert ha definito di "terrificante depravazione".

Il gruppo - formato da cinque trentenni e due cinquantenni, tutti inglesi 'purosangue' - è stato riconosciuto colpevole di aver prodotto e fatto girare filmati di stupri e abusi perpetrati contro bambini innocenti e indifesi. Tre le vittime individuate con certezza, ma si sospetta che oltre una ventina di piccoli possa essere finita nelle grinfie di questi aguzzini.

L'uomo indicato come il principale artefice del sodalizio criminale, Robin Hollyson, 31 anni, del Bedfordshire, stupratore seriale ripreso in prima persona in alcuni video, è stato condannato a 24 anni di carcere. I suoi complici a pene variabili: 18, 14, 12, otto, quattro e due anni di reclusione.

Gli atti commessi alla banda riflettono i comportamenti "più depravati e grossolanamente deviati che si possano immaginare", ha affermato il giudice motivando la sentenza. Roba da "turbare qualunque persona decente" e di fronte a cui "ci si sente fisicamente male". "Si tratta del peggior gruppo di pedofili che abbia mai investigato", ha fatto eco alla BBC Ian Glover, il funzionario di polizia che ha diretto l'indagine.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS