Navigation

GB: ragazza strangolata, polizia arresta padrone di casa

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 dicembre 2010 - 16:33
(Keystone-ATS)

LONDRA - La polizia che indaga sull'omicidio di Joanna Yeates, la 25enne di Bristol morta strangolata ed il cui corpo senza vita è stato trovato il giorno di Natale, otto giorni dopo la sua scomparsa, ha arrestato il padrone di casa della giovane, il 65enne Chris Jeffries, che risiede in un appartamento sopra a quello che la ragazza divideva insieme al fidanzato Greg Reardon.
Gli agenti hanno portato via due auto dalla strada dove la Yeates viveva, una delle quali, una Chrysler, appartiene a Jeffries. Un vicino di casa, Tony Buss, 51 anni, ha dichiarato che l'arresto dell'uomo ha suscitato "shock e sorpresa" e che in molti nell'area erano preoccupati all'idea che vi fosse un killer a piede libero. "Fa paura, specialmente alla mia ragazza dato che io sto via la maggior parte della settimana e lei ha paura a restare a casa da sola", ha detto un ragazzo di 26 anni che vive nella zona, aggiungendo di aver visto Jeffries un sacco di volte per strada.
Jeffries, un insegnante in pensione, ieri aveva detto alla polizia di aver visto tre persone che uscivano dalla palazzina, una delle quali era Joanna, intorno alle 21.00 del 17 dicembre. La Yeates era andata al pub con alcuni colleghi e prima di tornare era passata dal supermercato a comprare una pizza. Le chiavi di casa, il portafoglio con la ricevuta, la giacca ed il telefono cellulare della giovane sono stati trovati nell'appartamento, dove non vi sono segni di scasso nè di colluttazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?