I britannici tremano al pensiero che nei prossimi giorni conosceranno la spesa necessaria per riparare il decadente palazzo di Westminster, sede del Parlamento simbolo della storia democratica internazionale.

Da tempo si sa che sta cadendo letteralmente a pezzi e si deve intervenire in modo massiccio, dalle riparazioni del tetto agli impianti idraulici. Il 'preventivo' più oneroso, secondo il Sunday Times, potrebbe essere di ben 6 miliardi di sterline, oltre 8 miliardi di euro.

Tutti questi soldi dei contribuenti verrebbero spesi per permettere ai deputati e ai lord di continuare a lavorare nel palazzo della politica mentre ci sono i lavori di ristrutturazione. Il costo si potrebbe invece dimezzare, e ridurre drasticamente i tempi di consegna del rinnovato edificio che non sarebbero più di trenta anni ma di sei, se i membri delle due Camere si trasferissero da qualche altra parte mentre Westminster viene rimesso a nuovo.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.