Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una cinquantina di vittime di Jimmy Savile, la star della BBC accusata di aver molestato più di 200 persone, chiederanno un risarcimento agli eredi dell'anchorman e all'emittente televisiva, ma anche al servizio sanitario britannico, all'ospedale nel quale sono stati compiuti molti degli abusi e "ovunque siano accaduti altri episodi" di molestie. Lo ha annunciato il loro avvocato, Liz Dux.

Jimmy Savile, ha spiegato il legale alla stessa BBC, non può essere perseguito essendo morto nel 2011 e la sola strada che hanno le vittime è quella di ottenere un "risarcimento dei danni".

Inchieste interne sono in corso sia nell'emittente televisiva sia da parte del servizio sanitario britannico in diversi ospedali nei quali l'anchorman ha abusato di più di 200 persone in oltre 50 anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS