Tutte le notizie in breve

Il vicepremier Martin McGuinness, capo delegazione dei repubblicani dello Sinn Fein (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/PETER MORRISON

(sda-ats)

Va in pezzi la coalizione di unità nazionale che sostiene il governo locale dell'Irlanda del Nord fin dagli storici accordi di pace del Venerdì Santo.

Il vicepremier Martin McGuinness, capo delegazione dei repubblicani dello Sinn Fein, ha annunciato oggi le sue dimissioni in polemica con la premier Arlene Foster, esponente unionista del Dup, travolta da sospetti di malversazione.

McGuinness, riporta la Bbc, ha scaricato Foster ritenendo la sua posizione ormai "in conflitto d'interessi" rispetto alle indagini che la coinvolgono.

La premier è sospettata d'aver avuto un ruolo nel suo precedente incarico di ministro delle Finanze dell'Ulster nell'ideazione di un meccanismo che pare abbia permesso di distribuire finanziamenti pubblici gonfiati a diverse aziende locali nell'ambito del Renewable Heat Incentive: un programma di sostegno alla conversione delle industrie verso l'uso di fonti energetiche rinnovabili.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve