Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A Londra e nel sud-est dell'Inghilterra il livello di inquinamento atmosferico tocca i livelli massimi indicati dal ministero dell'Ambiente britannico (livello 10). Il fenomeno persisterà, si prevede, per tutta la giornata di oggi ma a partire da domani lo smog dovrebbe ridursi progressivamente.

Londra questa mattina si è svegliata avvolta nello smog, dovuto a una combinazione di fattori: le emissioni inquinanti prodotte in loco, l'inquinamento industriale proveniente dall'Europa continentale e la presenza di sabbia nell'aria proveniente dal Sahara spinta dai venti che soffiano da sud-est. Il fenomeno è ancora visibile, tanto che nelle immagini dello skyline della capitale i grattacieli della City risultano avvolti nella foschia. Anche il primo ministro britannico David Cameron ha ammesso che la qualità dell'aria risulta "sgradevole".

Sono state diramate allerta e diffuse indicazioni che invitano le persone affette da patologie respiratorie e cardiache e gli anziani in particolare a prendere precauzioni. Il London Ambulance Service ha fatto sapere di aver ricevuto ieri il 14% in più di chiamate al numero di emergenza.

SDA-ATS