Navigation

Gb: sondaggio, 56% britannici vuole restare nell'Ue

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 ottobre 2014 - 18:48
(Keystone-ATS)

Il 56% dei britannici sceglierebbe di restare nell'Unione europea in un eventuale referendum 'dentro o fuori' come quello promesso dal primo ministro britannico David Cameron, mentre il 36% voterebbe per uscirne.

È quanto emerge da un recente sondaggio Ipsos Mori che registra così la più alta percentuale di sostegno per l'appartenenza della Gran Bretagna all'Ue dal 1991 quando si raggiunse il picco di 'consensi' al 63%. Secondo una delle letture di questi dati, sarebbero anche il frutto di un dibattito attorno che si polarizza attorno al tema anche in seguito alla campagna dell'Ukip ea lla sua crescita nei sondaggi.

Dal rilevamento emerge tuttavia che l'opinione pubblica britannica resta divisa quando si tratta di specifici aspetti relativi allo status di Londra come membro dell'Ue: il 34% vorrebbe che la Gran Bretagna fosse parte di una comunità economica ma senza legami politici, mentre il 29% lascerebbe le cose come stanno. Il 14% preferirebbe una maggiore integrazione sia economica che politica, mentre il 17% lascerebbe del tutto l'Unione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?