Navigation

GB: sospetto baby jihadista 14enne incriminato a Londra

La Westminster Magistrates Court (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/MATT DUNHAM sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 giugno 2020 - 13:34
(Keystone-ATS)

Convalida del fermo oggi in tribunale a Londra, dinanzi a un giudice della Westminster Magistrates Court, per un ragazzo britannico di soli 14 anni sospettato di simpatie jihadiste e accusato di aver pianificato un imprecisato "attacco terroristico".

L'adolescente, il cui nome non è stato reso noto per motivi di tutela legale, era stato arrestato nei giorni scorsi ed è stato incriminato formalmente ieri sera dalla Hampshire Police, la polizia della contea in cui risiede nell'Inghilterra meridionale, per presunta violazione del Terrorism Act, la legge sul terrorismo del 2006.

In un comunicato gli investigatori hanno precisato, in assenza di dettagli, che la pista è quella di un progetto isolato, rassicurando la cittadinanza di Eastleigh - dove il ragazzo è stato arrestato - che non risultano "rischi ulteriori per la comunità" locale. Si tratta almeno del secondo caso di accuse di terrorismo nel Regno Unito nei confronti d'un indagato così giovane, mentre svariate sono state le incriminazioni e anche le condanne di minorenni più vicini ai 18 anni.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.