Navigation

GB: sviluppatamacchina della verità che legge sul viso le bugie

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 settembre 2011 - 19:23
(Keystone-ATS)

Quando dici una bugia il tuo viso ti tradisce senza che tu te ne accorga e da oggi una macchina della verità "scruta-volti" promette di smascherare bugiardi e truffatori misurando nasi che si arricciano, labbra che si stringono, o un sussulto degli occhi quando non addirittura i capillari del viso che si dilatano in preda al rossore della paura di essere scoperti.

È il dispositivo messo a punto da Hassan Ugail della Bradford University con colleghi dell'ateneo di Aberystwyth insieme alla Border Agency britannica, presentato al British Science Festival in corso a Bradford.

Secondo quanto si apprende dalla BBC online il dispositivo è in sé molto semplice: una videocamera e un sensore termico che scrutano il volto e sfruttano quegli impercettibili e involontari movimenti che tradiscono le nostre emozioni, anche quelle della persona più imperturbabile e disinvolta.

La macchina della verità è stata già testata con successo su volontari ma i ricercatori promettono di testarla presto sul campo, in aeroporto, e che il dispositivo avrà un successo ancora maggiore di quanto documentato finora, perché nella vita reale il nostro viso ci tradisce ancora di più che in un test di laboratorio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?