Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - Tra le misure economiche sulle quali il nuovo governo di coalizione britannico si è già accordato vi è l'introduzione di una tassa sui profitti delle banche e la formazione di una commissione ministeriale che studi la riforma strutturale degli istituti di credito e la possibile divisione del loro ramo di investimento da quello commerciale.
E' quanto emerge dal programma di governo diffuso nella conferenza stampa congiunta tenuta dal premier britannico David Cameron assieme al suo vice, Nick Clegg.

SDA-ATS