Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avrebbe violato, per carpirne i segreti, i sistemi del Pentagono e della Nasa. Il 28enne britannico Lauri Love è stato arrestato dalla National Crime Agency, la nuova agenzia anti crimine del Regno Unito, nella sua abitazione del villaggio di Stradishall, Inghilterra orientale, e poi accusato formalmente di crimini informatici.

Love, collaborando con altri hacker in Svezia e Australia, avrebbe lanciato diversi cyberattacchi, dall'ottobre 2012 fino a questo mese, contro i server delle forze armate americane, l'Agenzia di difesa missilistica Usa e anche l'Agenzia spaziale degli Stati Uniti per "rubare dati riservati e intralciare le operazioni".

Love, che è stato scarcerato in attesa del processo, è stato accusato formalmente dalle autorità britanniche e da quelle degli Usa, che hanno collaborato alle indagini. Ora l'hacker inglese rischia cinque anni di carcere e una multa pari a 250 mila dollari, o il pagamento del doppio della perdita causata dalla sua attività criminale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS