Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Inghilterra e Galles rischia fino a due anni di carcere chi compie le cosiddette "vendette porno", pubblicando per rivalsa immagini e video in rete di ex partner, amici o conoscenti impegnati in atti sessuali. Viene così introdotta una legge a lungo invocata, in particolare dai gruppi che lottano contro le violenze alle donne, fra le vittime più frequenti di questo tipo di abusi.

La nuova norma riguarda le immagini inviate via social network, come Facebook e Twitter, ma anche tramite messaggio da cellulare. La Scozia e l'Irlanda del Nord stanno studiando l'introduzione di provvedimenti simili.

Secondo Laura Higgins, dell'associazione UK Safer Internet Centre, che ha istituito un numero verde per le vittime di questi abusi, "questo è solo l'inizio". "È un grave problema - ha aggiunto - e negli ultimi 18 mesi c'è stato un aumento notevole di casi".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS