Tutte le notizie in breve

George Osborne lascia la politica e annuncia che non si ricandiderà nelle file del Partito Conservatore britannico alle prossime elezioni annunciate per l'8 giugno (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/MATT DUNHAM

(sda-ats)

George Osborne lascia la politica e annuncia che non si ricandiderà nelle file del Partito Conservatore britannico alle prossime elezioni annunciate per l'8 giugno.

L'ex cancelliere dello Scacchiere di David Cameron, esponente liberista e anti-Brexit del gruppo Tory, formalizza la sua decisione presentandosi oggi nella veste di direttore entrante dell'Evening Standard, giornale londinese della sera di proprietà degli oligarchi russi Aleksandr e Ievghieni Lebedev.

Osborne, escluso dal governo da Theresa May un anno fa, rinuncia dunque al seggio che occupava alla Camera dei Comuni, indebolendo l'ala più 'europeista' dei Conservatori.

La sua scelta è legata anche alle polemiche che hanno accompagnato la sua decisione di accettare - subito dopo l'uscita dal governo - di farsi pagare profumatamente per discorsi e interventi pubblici, sulla scia di altri esponenti politici di fama come Tony Blair o i Clinton in America.

Nonché quella di accettare la direzione dello Standard, pur non avendo alcuna formazione professionale da giornalista.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve