Tutte le notizie in breve

La Gran Bretagna rafforza le misure di sicurezza negli aeroporti (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/EPA/HANNAH MCKAY

(sda-ats)

Misure di sicurezza ulteriormente rafforzate in Gran Bretagna, negli aeroporti, ma anche nelle centrali nucleari, sulla scia degli allarmi su possibili nuove minacce tecnologiche avanzate da parte di organizzazioni terroristiche.

E in particolare del timore che gruppi come l'Isis abbiano già sviluppato sistemi per imbottire di esplosivo laptop, tablet o telefoni cellulari in grado di sfuggire ai controlli attuali.

L'avvertimento ha effetto immediato, scrive oggi il Sunday Telegraph, citando fonti dell'intelligence. E si aggiunge alle recenti misure restrittive imposte da Londra, sulle orme del bando deciso negli Usa dal presidente Donald Trump, per vietare l'imbarco di computer portatili e strumenti tecnologici sugli aerei in arrivo da diversi Paesi a maggioranza islamica.

Al timore per i voli, riporta il Telegraph, si unisce poi quello per gli impianti nucleari: a rischio, secondo il governo britannico, di attacchi da parte di "terroristi, spie straniere o hacker" capaci di bucarne le difese elettroniche.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve